Test Kinesio…cheeeeeeee??????????

Sono tollerante o intollerante (per esempio)al Grano? Fatti l’auto test!

Il test Kinesiologico si basa sul presupposto che il corpo possieda una sua saggezza istintiva, che si manifesta anche con la reazione di alcuni muscoli soggetti a un dato sforzo. Pertanto la valutazione della forza di alcuni muscoli permette di diagnosticare le carenze o eccessi di energia, ovvero delle disarmonie in grado di creare disfunzioni o malattie.

Questo tipo di test si avvale di un particolare riflesso muscolare, documentato scientificamente (Metzger, 1989 [1]) che ci permette di avere risposte precise circa tutto quello che riguarda LA NOSTRA VITA!!!

“ESAGERAAAAAAATOOOOOOOO!!!!”

Niente affatto… con il test kinesiologico andiamo ad “intervistare” il Subconscio, parte della mente che custodisce tutti i nostri segreti… anche quelli che NOI STESSI NON CONOSCIAMO!

Con il T.K. possiamo conoscere quali cibi sono “amici” e quali “nemici” della nostra fisiologia; possiamo conoscere quale credenza “sabota” la nostra felicità e la nostra realizzazione; possiamo verificare la veridicità delle affermazioni (test della verità); indaghiamo sulla funzionalità di organi e visceri; …. e potrei andare avanti per ore..

…ah,già! Col T.K. ho scoperto la maternità di mia moglie, individuando anche il sesso! Caso? Può essere… in fondo si tratta del 50% delle probabilità!

Proprio così, il test ci risponde SI o NO; non articola la risposta. Per fare questo l’operatore deve essere bravo a perseverare facendo le affermazioni giuste.

Inoltre il subconscio è in contatto con il super-conscio…. (vi sto complicandola vita? vabbè… la prossima settimana faccio un post-approfondimento su questa parte MOOOOLTO interessante…e vi chiederò un po’ di apertura mentale)

Con un minimo di sensibilità si possono eseguire anche AUTO-test kinesiologici: 

Sedetevi comodamente, e ponete l’attenzione sul vostro respiro. Rendetelo calmo.
Create un anello con il pollice ed il mignolo della mano sinistra (se siete mancini usate la destra). Fatelo con naturalezza e senza troppo sforzo, quindi analizzate le sensazioni che derivano dalla pressione delle due dita. Cercate di capire quanta forza ci state mettendo per tenere un dito contro l’altro. È importante che tale forza rimanga sempre costante tutte le volte che ripeterete l’esercizio.
Congiungete a becco d’anatra l’indice e il pollice dell’altra mano, e inseriteli nell’anello.
Provate ad aprire l’anello spingendo con il pollice destro contro quello sinistro e l’indice contro il mignolo. Nel momento in cui riuscite ad aprirlo, analizzate quanta forza avete utilizzato. Ora, fate delle affermazioni tipo “io mi chiamo…..” e dite il vostro nome. fate il test ed analizzate la risposta (questo è il SI). Adesso dite “io mi chiamo….” ed utilizzate il nome falso di sesso opposto. Fate il test e notate la differenza (questo è il NO) … ora, avete portato attenzione alla differenza, potete indagare su tutto quello che volete.

Spesso utilizzo i test Kinesiologici all’interno dei miei trattaementi. Ottimi indicatori su dove dirigere la mia attenzione per aiutarti a risolvere il problema par il quale ti sei rivolto/a  a me!

 

…e ricordatevi, che la risposta dell’istinto è sempre più affidabile di quella della ragione!

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *