Cibo per la linea o per la salute?

dilemma ciboSei hai già scaricato il mio e-book “Evolution e i tre pilastri del dimagrimento” iscrivendoti alla mailing list di Studiowellness.it (che trovi qui al destra –> ) sai già di cosa parlo, altrimenti probabilmente ti starai chiedendo se veramente secondo me il cibo si diversifica in 2 categorie.

In effetti alle volte pare di si. Quante volte sente ancora oggi nel 2015 con un web anche troppo funzionale, sento parlare di “proteine Nobili” oppure di “carboidrati che fanno ingrassare”… da qui la tremenda dieta “Dugat” (nome volutamente storpiato!) che fa dimagrire togliendo carboidrati e intensificando l’uso delle “fantascientifiche” proteine nobili della carne. In questo caso ASSOLUTAMENTE SI, parliamo di dimagrimento senza salute.

Per quanto concerne invece il discorso serio dell’alimentazione, abbiamo solo alcune esigenze del corpo (che devono essere soddisfatte) alcune esigenze emotive (che devono essere soddisfatte) ed anche alcune esigenze logiche (che devono essere soddisfatte)

Parliamo quindi di 3 categorie, non del cibo ma delle esigenze:

  1. Cibo istintivo: il nostro corpo vuole vitamine, sali minerali, zuccheri, acqua, oligoelementi e proteine facilmente utilizzabili. Tutto questo lo trova nella frutta e nella verdura cruda. (ebbene si, la frutta contiene delle ottime proteine per il corpo!) Non puoi non mangiare frutta e verdura cruda o ti ammalerai!
  2. cibo emotivo: è quell’alimento la cui volontaria privazione ti crea un danno emozionale a tal punto che al primo sgarro ti ritrovi a svuotare la dispensa dei dolci. Esempio pratico: sono a dieta esco con amici, loro mangiano pizza io un’insalata senza pane; poi alla domenica ho il pranzo in famiglia, tutti mangiano lasagne ed io un risotto al radicchio. Se a mia alternativa mi soddisfa non creo nessun deficit emotivo, se non mi soddisfa presto o tardi mi troverò in un momento di debolezza in cui farò più danno rispetto all’aver acconsentito il mio ego di mangiare secondo gusto e non secondo “dieta”. Per cui, lo sgaro saltuario non fa regola ma elimina il rischio dello sgarro irreversibile, quello in cui mando a farsi benedire la dieta e torno ad ungermi come un bullone al tornio.
  3. Cibo logico. E qui si chiamano in ballo le credenze, una sorta di guida al nostro comportamento ed alle nostre funzioni. Come funziona? MAGIA, ESOTERISMO E CIARLATAGGINE… per la scienza ufficiale, ma duri riscontri empirici dimostrano come la fisica quantistica è più reale della newtoniana! Esempio pratico: sei un mangiatore di carne ma dopo un tuo personale sviluppo emotivo ti ritrovi ad amare gli animali a tal punto da non voler più vedere il loro cadavere nel tuo piatto; diventi vegetariano! Bene, che credenze hai circa l’effettiva valenza delle proteine animali? Se nel tuo inconscio (sistema operativo del nostro essere) c’è istallato un software (credenza) che dice: “le proteine derivate dalla carne animale sono fondamentali per il mantenimento di uno stato ottimale di salute”, in questo caso ti restano due opzioni: torni a mangiare carne ma non riuscendo a digerirla per via del tuo “essere animalista” a tal punto che ti ammalerai (psicosomatica) oppure non mangi carne e non riesci a prendere le proteine di cui hai bisogno dalle verdure (nonostante tutti gli altri vegani ci riescano e che nel mondo animale gli esseri più forti e grandi sono tutti vegetariani) E QUESTA E’ LA MAGIA DI CUI TI PARLAVO… la mente controlla le funzioni, ciò che credi diverrà realtà! Ecco quindi che il mio suggerimento è quello di modificare la tua credenza. Come? Andando a fondo nelle ricerca, trovando riscontri negli altri. Tanti indizi modificano le credenze. (e l’esempio della carne era solo esplicativo, in generale le credenze possono riguardare qualsiasi alimento )

Spero di averti dato uno spunto su cui riflettere, su cui indagare. Come dico sempre, non credere a quello che dico io ne a quello che dicono gli altri. Cerca degli spunti, informati, dubita, applica, scopri… !

Un abbraccio.

PS: Vorrei darti un ultimo avvertimento (che è molto di più del consiglio “Mai richiesto”) STAI ATTENTO AI FANATISMI! Sii tollerante con te stesso o rischi di non esserlo nemmeno con gli altri!

Vegan Liberi Tutti
Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *